Osteopatia pediatrica

L’osteopatia pediatrica serve per intervenire nel momento in cui traumi che si verificano nel corso dell’infanzia vanno a scompensare e alterare l’integrità strutturale dei piccoli, predisponendoli a problemi futuri. La nascita stessa, in realtà, determina pressioni enormi sull’infante, con particolare riferimento alla loro testa. Dopodiché, nel corso dell’infanzia capitomboli e cadute che capitano ogni giorno contribuiscono in maniera significativa alla possibile comparsa di problemi pediatrici. Epistassi, insonnia, difficoltà della suzione, rigurgiti, coliche infantili, disturbi digestivi, tono muscolare anormale, enuresi, infezioni del tratto urinario, respiratorie o dell’orecchio: sono tanti i problemi che possono essere curati tramite l’osteopatia pediatrica.
Si comincia, come detto, immediatamente dopo la nascita, che rappresenta l’evento più stressante, dal punto di vista fisico, dell’esistenza di un essere umano. Quando il neonato viene spinto contro il canale vaginale, è sottoposto a forze piuttosto violente: deve torcersi e ruotarsi, mentre le ossa pelviche lo comprimono nel suo viaggio verso l’esterno. Tali stress vengono assorbiti con relativa facilità dal cranio del neonato: le ossa morbide, infatti, si piegano, sovrappongono e deformano durante la discesa del piccolo.

osteopatia-pediatrica-2

Tuttavia a volte, come risultato del travaglio, può accadere che i neonati vengano alla luce con un cranio la cui forma è piuttosto strana. Con il passare dei giorni, nei primi tempi di vita extra-uterina, poi, la testa perde la sua grande plasmabilità. L’osteopatia neonatale sul cranio può migliorare e alleviare eventuali tensioni e stress sperimentate dal piccolo: quando urla, piange e si dimostra irritabile, per esempio, egli sta manifestando una sensazione di dolore e pressione sul cranio, che rischia di peggiorare nel momento in cui si distende. Da non sottovalutare, inoltre, sono le difficoltà che si sperimentano durante l’alimentazione: può succedere, infatti, che il neonato durante la poppata ingurgiti una quantità notevole di aria, che rischia di rendere difficoltosa l’alimentazione: di conseguenza, si procurano stress meccanici a gola, volto e cranio. Per esempio, i nervi della lingua possono irritarsi nella parte che esce dal cranio, così che la suzione si rivela dolorosa e difficoltosa.

L’osteopatia cranio-sacrale, a volta abbreviata in Ocs, rappresenta un metodo non invasivo, gentile ed efficace per il trattamento di disturbi che coinvolgono i bambini. Si tratta, in sostanza, di uno strumento di valutazione correttivo e preventivo: una semplice seduta dedicata al neonato permette di eliminare o ridurre al minimo le conseguenze di un parto difficile, e al tempo stesso garantire un’ottima salute al piccolo. In realtà, sarebbe consigliabile che ogni neonato ricevesse dei trattamenti di osteopatia cranio-sacrale immediatamente dopo la nascita. Durante l’intera infanzia, per altro, il trattamento dovrebbe essere ripetuto, in maniera che si adegui al processo di crescita.

Ma come avviene la procedura? Semplicemente, il bambino viene fatto posare sul grembo dei genitori, su un lettino o sul grembo dell’osteopata. Questi si preoccupa di controllare con entrambe le mani il ritmo cranio-sacrale. Quindi, adottando manipolazioni gentili la cui forza non supera i tre grammi, l’osteopata corregge le cause della disfunzione e del dolore, usando tecniche dolci. Può accadere che i bambini si sfoghino, liberino le proprie emozioni e si diano al pianto: in ogni caso, non ci si deve preoccupare, perché le tecniche non procurano dolore. La pressione, comunque, non eccede mai i cinque grammi, vale a dire il semplice peso di una moneta.

osteopatia-pediatrica

Come detto, questo tipo di intervento può essere applicato anche per rimediare ad aria intestinale o coliche, dovute per esempio ad attacchi di pianto, rigurgiti di latte o altri problemi. Le coliche, soprattutto di sera, potrebbero essere provocate da irritazioni nervose, in particolare relative al nervo che parte dalla base del cranio fino allo stomaco (così che la digestione si rivela difficoltosa). Altri disturbi, invece, potrebbero essere causati da diaframma testo. L’approccio dell’osteopata, naturalmente sereno e calmo, serve per trattare i neonati e i bambini con questi problemi. È bene precisare, in ogni caso, che non sempre le tecniche osteopatiche risultano sufficienti, e a volte può rendersi necessario affiancarle ad altre terapie. Altrettanto importante è sottolineare che la mancata cura di problemi strutturali che limitano una corretta mobilità potrebbero causare problemi respiratori come l’asma, problemi urinari come l’enuresi notturna, problemi posturali come la scoliosi, problemi comportamentali come difficoltà di apprendimento, problemi neurologici come paralisi cerebrali e problemi di sviluppo intellettuale e fisico.

L’osteopatia, in sostanza, viene impiegata per curare e prevenire eventuali problemi di salute, agevolando un passaggio salutare verso la vita adulta. Il bambino viene considerato dal professionista un’unità funzionale unica di mente, corpo, spirito ed emozioni, e di conseguenza viene osservato sulla base di una visione olistica. Particolare attenzione deve essere riservata all’abilità palpatoria di chi opera, che spesso da sola permette di diagnosticare con precisione il punto in cui il disturbo della struttura del bambino è collocato.
Vale la pena di puntualizzare che l’osteopatia pediatrica può essere applicata anche per bambini più grandicelli: infezioni all’orecchio o al naso, per esempio, possono essere dovuti in parte a movimenti scorretti, benché la cosa possa risultare strana. Inoltre, uno stress meccanico del corpo, insieme con altri fattori, potrebbe determinare uno sviluppo ritardato del bambino.
Risulta evidente, in conclusione, l’importanza dell’osteopatia pediatrica, le cui cure possono consentire di prevenire traumi e rischi derivanti dall’attività sportiva praticata durante il periodo dell’adolescenza: periodo durante il quale, per altro, si verificano diversi cambiamenti nel corpo umano. Anche in questa situazione l’osteopata può aiutare, con il suo senso tattile sviluppato, a permettere che il corpo assuma la posizione corretta che lo sviluppo richiede.
Trascurare problemi anche di piccola entità può condurre, nel tempo, a problemi seri durante la vita adulta. Ecco perché l’intervento di un osteopata pediatrico rappresenta la soluzione perfetta per la forma fisica e la buona salute di un ragazzo privo di problemi relativi alla crescita.

Annunci

One thought on “Osteopatia pediatrica

  1. Pingback: Osteopatia pediatrica | Studio Equilibri

I commenti sono chiusi.