Patologie 5: tratto lombare

I primi post di questo blog saranno dedicati alle patologie: quali sono le patologie più comuni trattate da osteopati o fisioterapisti?

Patologie del tratto lombare:

Lombalgia
E’ una patologia che colpisce il rachide lombare e talvolta anche la pelvi (bacino), tra le prime cause di astensione dal lavoro. E’ caratterizzata da un dolore acuto del tratto lombare con irradiazione, raramente coinvolge gli arti inferiori. Tale dolore può variare da costante, intermittente o cronico. Le cause possono essere molteplici: artrosi inveterata, contratture paravertebrali, scoliosi importante ecc.. E’ importante saper effettuare una diagnosi differenziale del dolore lombare, poiché può essere sede di altre patologie viscerali o lombari. Il dolore è più grave al mattino e in genere non è lenito dal riposo, provoca inoltre una notevole rigidità alla flessione. L’intervento del fisioterapista o dell’osteopata è abbastanza elettivo in questa forma morbosa, perché in grado di ristabilire sia l’armonia del rachide che l’elasticità muscolare.

Lombosciatalgia rigidità ernia al disco con formicolii bruciori o astenia dell’ arto inferiore
Tra le piu’ frequenti e invalidanti patologie del rachide lombare, si manifesta con un dolore acuto irradiato lungo la parte posteriore della coscia fino ad arrivare al piede seguendo il percorso del nervo sciatico. Le cause sono molteplici vanno da traumi compressivi, artrosi, a problemi viscerali, a banali colpi di tosse o starnuti violenti e posture errate. Il paziente riferisce di non riuscire piu’ a mantenere una posizione normale, ma deve continuamente adattarsi al dolore che e’ molto acuto e tagliente. Clinicamente oltre all’esame strutturale e palpatorio la conferma viene data dal test di lesague che evoca immediatamente il segno dolore evocato dalla compressione delle radici del nervo sciatico. Ripristinare la corretta funzionalita’ del rachide lombare con manovre mirate e specifiche sara’ compito del terapista con la finalita’ di togliere il dolore e ridare una corretta postura impostando poi una rieducazione specifica atta a prevenire tale morbosita’. Spesso e’ necessario l’uso cortico stiroidei ma cio’ deve essere di competenza medica.

Artrosi
Con questo termine si indica una degenerazione o alterazione delle cartilagini articolari e di conseguenza una modificazione della fisiologia tra le articolazioni interessate. Essendo un processo degenerativo colpisce per lo piu’ soggetti in eta’ matura o coloro i quali abbiano subito forti traumi o fratture. La sintomatologia e’ locoregionale caratterizzata da dolore che si rivela piu’ intenso al mattino e alla sera normalmente migliora con il movimento.

Annunci